fbpx

Ascoltare la paura

La paura è una severa maestra

Ascoltare, così come lo intendo io, significa rendersi conto di essere immersi in tre fasi distinte, non sempre tutte e tre presenti contemporaneamente.

Ne accennavo l’altro giorno con la metafora della musica nel mio gruppo facebook Ascolto quotidiano: quando suoni in un gruppo vivi contemporaneamente tutte e tre le esperienze: ascolti gli altri, che ascoltano te e ti ascolti.

Una cosa che non deve mai mancare è quest’ultima, fondamentale esperienza, ascoltare te stesso.

Quando abbiamo paura, ascoltiamo noi stessi. Ma la paura è una severa maestra: quando la ascoltiamo non riusciamo più a sentire niente altro. Non riusciamo più a vedere altro.

La paura, che pure è un’emozione fondamentale (è stata creata proprio per proteggerci), non è qualcosa di funzionale oggi. La maggior parte delle paure che abbiamo non sono un indicatore di un certo attentato alla nostra incolumità.

Senza scendere in spiegazioni psicologiche, avere paura vuol dire tagliare via una fetta di vita, perché non possiamo imparare, non possiamo interagire con l’ambiente traendone insegnamenti, non possiamo vedere le risposte alle nostre azioni

La sfida è spostare la nostra attenzione dalle nostre paure, da quello che manca, da quello che non funziona a quello che funziona bene, alle possibilità che abbiamo.

10 anni fa non avrei mai pensato di essere capace di essere qui a conversare con voi, per paura del giudizio, per paura di non essere all’altezza.

Invece faccio anche i video!

Cos’è che funziona nella vostra vita?

Lo state ascoltando attentamente?

Secondo me oggi un buon lavoro con le persone, come può essere il coaching che pratico, è quello di insegnare a spostare l’attenzione da quello che non funziona (lì dove si genera la paura) a quello che funziona, compiendo un cambio di paradigma.

Non motivando le persone quindi, ma insegnando loro a funzionare nel miglior modo possibile, per prendere decisioni migliori e definire con precisione dove vogliono andare.

Seguimi e metti like:

Lascia un commento

Follow by Email
LinkedIn
LinkedIn
Share